Multe agli automobilisti sul lungomare, dubbi del circolo FDI cittadino

Fa discutere a Squillace la questione delle multe elevate agli automobilisti sul lungomare dalle guardie zoofile dell’associazione europea operatori polizia (Aeop) con cui il Comune ha stipulato una convenzione per l’utilizzo di volontari per attività di ausilio e supporto al settore vigilanza comunale e al settore affari generali.
Il circolo locale di Fratelli d’Italia vuol vederci chiaro, dopo che la giunta comunale il 4 luglio ha approvato lo schema di convenzione con l’associazione di vigilanza fissando una serie di compiti, ma non facendo alcun cenno a quelli di prevenzione e accertamento in materia di sosta e fermata sui parcheggi a pagamento del lungomare.
Come reso noto dagli esponenti del circolo FdI, sulla base di ciò i volontari dell’associazione hanno cominciato a elevare verbali ai trasgressori. «Alcuni soggetti – si aggiunge – hanno provveduto a pagare entro i cinque giorni per usufruire del beneficio della riduzione previsto dalla legge».
L’8 agosto la giunta, quindi, ha modificato la vecchia convenzione inserendo la prevenzione e l’accertamento delle violazioni in materia di sosta e fermata. «È evidente – sostengono gli esponenti locali del partito della Meloni – come l’amministrazione comunale tenti di colmare una lacuna, riconoscendo che il potere delle guardie zoofile di accertamento delle violazioni non era detenuto fino al 5 agosto, periodo in cui, però, sono state effettuate numerose verbalizzazioni e diversi cittadini hanno anche provveduto a pagare». Ma non finisce qui. «Il 10 agosto – proseguono – sull’albo pretorio compare un decreto del sindaco datato 8 luglio, con cui avrebbe nominato tutti i soci dell’associazione Aeop ausiliari del traffico con decorrenza immediata e fino al 31 agosto.
Nella stessa giornata del 10 agosto viene pubblicato un nuovo decreto del sindaco datato 5 agosto con il quale nomina ausiliari del traffico alcuni soci dell’Aeop indicandoli nominativamente». Secondo il circolo FdI, si tratta di una pratica che merita di essere attenzionata sotto ogni punto di vista.
Per i meloniani squillacesi, c’è un continuo cambio delle regole durante il gioco, per cui sono diversi gli interrogativi che emergono circa la validità degli atti già compiuti e che dovranno compiersi per dare seguito alla procedura della sanzione amministrativa. «E chi ha già pagato? – conclude il circolo squillacese di FdI – Sono verbali che qualsiasi legale certamente ridurrà a brandelli, con possibile aggravio di spese a carico del Comune e di conseguenza dei cittadini». Il Comune ai primi di luglio aveva stipulato la convenzione con l’Aeop per rinforzare la vigilanza sul territorio, nel periodo estivo, vista la carenza di personale e la presenza di soli due agenti di polizia locale.
La disponibilità dei volontari riguarda diversi servizi come l’osservazione del territorio, servizi in ausilio alla polizia locale per agevolare la viabilità, vigilanza e tutela dell’ambiente, del paesaggio, della natura, del patrimonio storico e artistico e della cultura, vigilanza sull’inquinamento e sulla raccolta differenziata dei rifiuti.

Salvatore Taverniti (Gazzetta del Sud, 28 ago 2022)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

error: Content is protected !!