Cari amici e concittadini,questa poesia bellissima e commovente, scritta da TRILUSSA, il poeta romano morto nel 1950, me l’ha inviata, nei primi giorni di solitudine, un mio carissimo cugino (Medico, ultranovantenne – il Signore lo conservi molto a lungo ancora – che vive lontano da Squillace).La giro a tutti...