Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del gruppo consiliare di minoranza al Comune “Squillace Nuova” riguardante l’alluvione del 2011

COMUNICATO STAMPA
 Dopo un anno dall’alluvione a Squillace Lido, rimangono forti le paure tra la popolazione per il rischio di nuovi allagamenti. 
Nessuna notizia in merito agli indennizzi alle famiglie danneggiate dalle calamità. E’ passato esattamente un anno da quella terribile notte del 22 novembre in cui molte famiglie, residenti nel quartiere marinaro, hanno subito danni incalcolabili. 
La potenza della pioggia e le esondazioni del fiume Alessi, oltre ai danni ai beni materiali degli squillacesi, hanno rischiato seriamente di lasciare sul campo anche vite umane. 
Il nostro gruppo ha sempre affermato che i danni di quell’evento calamitoso potevano essere quanto meno limitati se solo l’amministrazione comunale avesse provveduto per tempo alla pulizia dei tombini ed al ripristino delle naturali vie di scarico delle acque piovane.
 La conferma della veridicità delle nostre denunce arriva dalle parole della stessa maggioranza. Con un trionfalismo fuori luogo, il gruppo arcobaleno afferma che quest’anno è stato possibile evitare disagi alla popolazione di Squillace lido grazie ad non precisato impegno di alcuni esponenti della maggioranza. 
Ci pare intanto serio evidenziare che, prima di cantare vittoria, sarebbe il caso di attendere l’arrivo delle piogge torrenziali, finora assenti, per avere un riscontro concreto.
 Tuttavia appare evidente che sbandierare, oggi, come risultato eccezionale l’aver scongiurato il ripetersi dei fenomeni di allagamento delle case, senza aver realizzato alcun intervento strutturale, lascia chiaramente intendere che bastava poco per evitare i grossi guai che i cittadini sono stati invece costretti a subire.
Resta da capire il perché non sia stata assicurata analoga attenzione anche negli anni trascorsi. Il nostro gruppo, già nell’immediatezza dell’evento calamitoso, si è adoperato per mettere al centro l’urgenza della messa in sicurezza del territorio di Squillace lido. A tal proposito abbiamo a suo tempo richiesto la convocazione nel quartiere di Squillace Lido di un Consiglio comunale aperto alla cittadinanza, in modo da ascoltare le esigenze e le proposte provenienti da quanti vivono sul territorio. 
Nonostante l’impegno da parte del Sindaco e dalla presidente del Consiglio comunale, Anna Nuciforo, quel consiglio non è stato mai convocato.
Abbiamo inoltre sollecitato, ioto alluvione 2012  2nutilmente, la maggioranza ad inserire idonee opere di messa in sicurezza delle aree a rischio di allagamento, nel piano comunale delle opere pubbliche.

 Nell’ultimo periodo, i nostri consiglieri Franco Caccia e Rosetta Talotta, oltre ad aver partecipato a sopraluoghi nelle zone sensibili per una presa d’atto delle condizioni di rischio, hanno inoltre attivamente partecipato alle riunioni, tenute presso il palazzo municipale, alla presenza di amministratori e tecnici comunali e dei rappresentati delle diverse amministrazioni pubbliche responsabili della gestione delle strade e del territorio, Anas, amministrazione provinciale, consorzio di Bonifica.
 In quella sede abbiamo sempre sollecitato interventi tempestivi per una concreta messa in sicurezza del nostro territorio, tra questi l’invito al sindaco di procedere alla diffida di singoli cittadini, ma anche di grandi imprese, che hanno nel tempo determinato un cambiamento dello stato dei luoghi con una conseguente impossibilità di garantire un corretto incanalamento delle acque meteoriche. Siamo ancora in attesa di una risposta ad un’ interrogazione della consigliera Rosetta Talotta, circa l’attuazione di quanto concordato nelle citate riunioni. Così come siamo in attesa di conoscere tempi e modalità di trasferimento del fondo stanziato dal Governo per il riconoscimento dei legittimi indennizzi alle famiglie, molte delle quali hanno subito danni per diverse decine di migliaia di euro. 
Lungi quindi da facili trionfalismi e da messaggi autoreferenziali, l’amministrazione comunale ha il dovere di assicurare, possibilmente non solo a parole, una vita tranquilla e serena a tutti i cittadini. 
Oggi non è cosi e, specie per quanti abitano nel quartiere lido, l’arrivo delle piccole piogge, anche di scarsa intensità, sono motivo di grande preoccupazione e di paura per il rischio di un ennesimo allagamento. 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

error: Content is protected !!