Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del gruppo consiliare di minoranza al Comune “Squillace Nuova”

UNA FINE INGLORIOSA

L’assessore Vittorio Froio ha rassegnato le dimissioni.
E’ il quinto della serie. Uno schiaffo alle nobili tradizioni politiche e culturali della città di Squillace. Abbiamo avuto notizia che l’assessore al Piano degli insediamenti produttivi, Sig. Vittorio Froio ha presentato dimissioni da assessore e da consigliere comunale. 
In ordine di arrivo , l’ass.re Froio è il 5°dimissionario della maggioranza Arcobaleno capitanata dall’esperto Guido Rhodio. 
A lasciare il ruolo di amministratori democraticamente eletti, prima dell’ass.re Vittorio Froio, in ordine cronologico, sono stati i consiglieri: Antonio Macaluso, Agazio Mellace, Angelo Mirarchi e Luca Occhionorelli.
 Per tamponare la fuga, ma l’hanno abbandonato anche le persone più fidate, il sindaco in questi anni ha scelto la via della surroga, portando nel consiglio comunale ben 4 dei candidati(Berenice Brutto, Nunzio Pipicella, Francesco Iannelli, Franco Campanella) che non avevano avuto il necessario consenso elettorale da parte dei cittadini squillacesi.
 Un fatto di tale portata e gravità a Squillace, ma anche nella stragrande maggioranza dei comuni in cui gli amministratori abbiano un minimo di dignità politica , NON SI ERA MAI VISTO. 
Non ci sembra il caso di commentare oltre un fatto che parla da solo. Le motivazioni delle scelte dei colleghi consiglieri, al di là della facciata e delle risposte “diplomatiche” del sindaco, sono da ricercare in un modo di gestire l’amministrazione caratterizzato, come puntualmente denunciato dai consiglieri del gruppo SQUILLACE NUOVA, da comportamenti ispirati a: arroganza, autoritarismo, assenza di programmazione, uso strumentale delle regole, faziosità, disinteresse per le esigenze dei cittadini, irresponsabilità. Ora ci auguriamo, per il bene di Squillace (comunità costretta a vivere una condizione di degrado vergognoso finora sconosciuta), che si prenda atto con responsabilità di quanto avvenuto e si esca presto di scena. 
LA LUCE E’ STATA SPENTA, ANCHE SE QUALCUNO FINGE DI NON SAPERLO. MA ORMAI C’E’ SOLO IL BUIO ED IL DESERTO.

 Squillace 21 dicembre 2012

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

error: Content is protected !!