Mascherina alla statua del generale Guglielmo Pepe

Nato a Squillace nel 1783, allievo della Scuola Militare Nunziatella di Napoli, divenne ufficiale del Regno di Napoli. Dopo aver combattuto con le truppe borboniche, fu in Francia nell’esercito di Napoleone e poi ritornò in Italia per le battaglie del Risorgimento. Volente o nolente, eroe risorgimentale o meno, alla fine la mascherina è toccata anche a lui. 
Questa mattina gli avventori della piazza di Squillace, hanno notato il singolare ornamento apposto sul volto del busto di Pepe.
Ovviamente la mascherina chirurgica apposta notte tempo all’effige, non poteva passare inosservata e le fotografie hanno iniziato a circolare su Whatsapp. 
In una notte di protesta contro il lockdown, che sia giunto anche a Squillace l’eco partenopeo che ha imbavagliato il povero Guglielmo, che dalle truppe borboniche passò a combattere per l’Italia unita? Si dice per scherzare, è chiaro, ma l’immagine è comunque simbolica nel suo piccolo.
Paolo Cristofaro, La nuova Calabria

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

error: Content is protected !!