In aumento i contagi da coronavirus, proseguono i tamponi per il tracciamento dei positivi

Aumentano ancora i contagi Covid a Squillace. L’ultimo bollettino diramato dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Pasquale Muccari, fa registrare 69 casi attivi, tra centro storico e zona marina, mentre 35 sono i soggetti in quarantena fiduciaria; sette gli ultimi guariti. Il sindaco ha dichiarato il territorio comunale come una specie di “zona rossa”, disponendo una serie di restrizioni, come la sospensione delle attività didattiche in presenza e la chiusura al pubblico degli uffici comunali. Prosegue, intanto, l’attività di tracciamento, da parte delle autorità comunali, per individuare i cittadini che avendo contatti con pazienti positivi potrebbero a loro volta risultare contagiati dal virus. Già nei giorni scorsi, attraverso altre procedure con somministrazione di tamponi sui cittadini, è stato possibile individuare soggetti positivi che sono stati segnalati tempestivamente all’unità preposta dell’Asp per il prosieguo dei controlli e delle cure, oltre ad essere inseriti nella quarantena fiduciaria o obbligatoria.
Un servizio in cui sono costantemente impegnati, in attività di volontariato, medici, infermieri e protezione civile locale. Continua, inoltre, la gara di solidarietà per la donazione, da parte di imprenditori, professionisti, associazioni e cittadini, dei tamponi antigenici di terza generazione al Centro operativo comunale per l’attività di screening. «Grazie a questi contributi – afferma Muccari – possiamo continuare l’attività di tracciamento e screening della nostra popolazione»
. Dopo un lungo periodo di tregua, intanto, il virus è tornato a circolare ad Amaroni. Come informa il sindaco Gino Ruggiero, vengono registrati due nuovi casi di positività al Covid. «La prima comunicazione – specifica – ci è stata fornita direttamente dall’ospedale di Lamezia, la seconda dal dipartimento di prevenzione dell’Asp per una positività riscontrata in seguito ad un tampone molecolare. I due casi non fanno parte dello stesso nucleo familiare e non sono riconducibili l’uno all’altro. Ho anche emesso distinte ordinanze di quarantena domiciliare per sei nostri concittadini, di cui una per positività e le altre per contatto con soggetto positivo».
L’amministrazione locale, attraverso il Centro operativo comunale, sta procedendo all’attività di tracciamento dei contatti e conseguente screening con test rapidi.
Salvatore Taverniti (Gazzetta del Sud, 1 maggio 2021)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

error: Content is protected !!