Emergenza rifiuti a Squillace e rischio igienico sanitario

Grave situazione igienico-ambientale sul territorio di Squillace, ed in particolare nella frazione Lido, per via della mancata raccolta dei rifiuti solidi urbani.
Si parla nuovamente di vera e propria emergenza rifiuti. Preoccupato per come si stanno mettendo le cose, il sindaco Pasquale Muccari ha scritto all’ufficio regionale competente, segnalando la «gravissima condizione igienica dovuta al mancato conferimento dei rifiuti del Comune di Squillace alla discarica di Alli di Catanzaro. Tale disagio può anche comportare problemi di ordine pubblico per paventate manifestazioni di protesta, nonché pericoli di incendi dolosi da parte di eventuali contestatori».
Muccari ha reso noto che se la situazione perdurerà ancora sarà costretto ad emettere ordinanza di chiusura delle scuole, tenuto conto che molti punti di raccolta sono adiacenti ai plessi scolastici». Intanto, l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Domenico Passafaro, ha reso noto che tra qualche giorno verrà pubblicato all’albo pretorio del comune il bando di gara per la gestione dei rifiuti, approvato di recente dal consiglio comunale.
«Sono previsti, come per legge – spiega Passafaro – 52 giorni per l’espletamento delle procedure di gara, per cui, se si riuscirà a giungere all’affidamento del servizio, si potrà iniziare la raccolta differenziata dal prossimo mese di febbraio».
Il progetto, redatto dallo stesso Passafaro, prevede anche la raccolta differenziata dei rifiuti con il sistema “porta a porta”.

Salvatore Taverniti

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

error: Content is protected !!