Commovente rappresentazione della Via Crucis realizzata dalla Pastorale giovanile di Squillace

Emozioni e applausi per la “Via Crucis” vivente realizzata dalla Pastorale giovanile interparrocchiale di Squillace, su impulso del vicario del parroco don Fabrizio Fittante.
E’ stato un suggestivo momento di riflessione sulla passione e la morte di Gesù rappresentato per le vie del centro storico, nei posti più suggestivi alla presenza di centinaia di persone. Commoventi le varie scene interpretate, in abiti d’epoca, da Giuseppe Abbruzzo (Gesù), Agnese Gagliardi (Maria), Mariarosa Commodaro (Maddalena), Manuela Citraro (Veronica), Francesco Manoiero e Mario Gallo (sommi sacerdoti), oltre alle pie donne, i soldati romani, gli apostoli e i paggetti. Un evento reso possibile anche grazie ad un nutrito staff di persone che hanno lavorato dietro le quinte. Oggi, intanto, nel giorno del “Venerdì santo”, dopo l’azione liturgica, si svolge la processione del Cristo morto, che partirà dalla basilica cattedrale.
Domani, di buon’ora, avrà luogo la tradizionale processione della Madonna Desolata, che muoverà dalla chiesa di San Giorgio, mentre la solenne veglia pasquale si terrà verso la mezzanotte in cattedrale, presieduta dall’arcivescovo emerito mons. Antonio Cantisani. La messa del giorno di Pasqua, sempre in cattedrale, sarà celebrata dall’arcivescovo metropolita mons. Vincenzo Bertolone. Una settimana piena di impegni è stata vissuta anche dalla comunità parrocchiale “San Nicola Vescovo” di Squillace Lido.
Ad un anno dall’esperienza della “Missione Popolare”, la comunità ha rinnovato gli impegni missionari, rivivendo il momento di fede che ha coinvolto l’intera frazione marina. Durante la celebrazione eucaristica comunitaria sono stati ripresentati al Signore i crocifissi, che l’arcivescovo Bertolone aveva consegnato lo scorso anno, e le lampade che le famiglie hanno acceso nei centri di ascolto, che continuano ad accogliere gruppi di famiglie, grazie all’impegno di sedici operatori pastorali.
Si è svolta anche la “marcia della fede”, con la partecipazione di bambini, ragazzi, giovani e adulti: la preghiera, intervallata da canzoni di musica leggera, è stata guidata dal parroco padre Piero Puglisi e dal missionario oblato padre Carlo Mattei e animata dai catechisti, dagli animatori dell’oratorio e dal gruppo giovani.
A conclusione, lancio dei palloncini e momento di festa in piazza. Nel corso della “settimana”, i missionari padre Gianmaria e padre Giovanni, dell’Opera della Famiglia di Nazareth di Verona, hanno fatto visita alle tre scuole del territorio ed hanno incontrato i bambini e i ragazzi del catechismo, il gruppo dei giovani, gli operatori pastorali e la comunità tutta. 

Salvatore Taverniti

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

error: Content is protected !!