Carenza d’acqua nel centro storico causata da una serie di guasti.Preoccupazione dei commercianti e degli artigiani.

E’ stato risolto il problema dell’erogazione idrica nel centro storico di Squillace.

Una serie di guasti, prima all’acquedotto nei pressi del castello, poi alla sorgente e, infine, alle pompe di sollevamento del serbatoio di località “Ghetterello”, avevano costretto il comune a erogare l’acqua a singhiozzo.
Sollecitato da commercianti e artigiani del luogo, tramite il rappresentante della loro associazione Sardo Bruzzese, l’assessore comunale ai Lavori pubblici Nunzio Pipicella ha reso noto che «un primo guasto si è verificato sulla condotta principale vicino a Piazza Castello; un altro danno hanno subito due pompe di sollevamento, che ha causato la riduzione della portata dell’acquedotto.
Risolto tale inconveniente, un fulmine ha poi colpito il serbatoio “Ghetterello”, rendendo inutilizzabile un’altra pompa e i quadri elettrici».
Pipicella ha anche reso noto che la pompa è stata sostituita e i disagi si sono protratti fino a quando l’acqua non ha raggiunto i livelli necessari, nella condotta e nei serbatoi, per far funzionare correttamente l’acquedotto.
 Sul problema idrico è intervenuto anche Ruggero Mauro, esponente locale di “Casapound”, il quale ha chiesto al sindaco una maggiore attenzione nell’informazione ai cittadini e alle attività commerciali.

Salvatore Taverniti 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

error: Content is protected !!