Il sindaco ordina la bonifica dei luoghi dopo l’incendio dei rifiuti

Ordinanza sulle procedure di ripristino delle condizioni di sicurezza e bonifica dell’impianto di località Fiasco Baldaya.
È stata emessa ieri dal sindaco di Squillace Pasquale Muccari. Il 5 ottobre scorso il capannone della ditta Ecomanagement adibita a stoccaggio di rifiuti differenziati è stato interessato da un grosso incendio le cui operazioni di spegnimento da parte dei vigili del fuoco, iniziate alle 14.31, sono terminate intorno alle ore 19.50 del 9 ottobre.
Poiché occorre procedere con tempestività al ripristino delle condizioni di sicurezza del capannone e alla bonifica ambientale, il sindaco ordina all’amministratore della società Ecomanagement la presentazione, entro venti giorni, del piano di bonifica del sito con relativo cronoprogramma, in cui dovranno essere indicate le procedure di verifica strutturale del capannone, anche di tipo strumentale, per valutare la necessità e la tipologia di lavori da effettuare per il ripristino delle condizioni di sicurezza.
L’ordinanza riguarda anche la necessità di  un’accurata bonifica ambientale del sito secondo la normativa vigente con la rimozione di tutti i rifiuti presenti sul posto. L’ordinanza è stata trasmessa anche alla prefettura di Catanzaro, ai carabinieri di Squillace, alla polizia municipale e all’ufficio tecnico comunale.Ordinanza sulle procedure di ripristino delle condizioni di sicurezza e bonifica dell’impianto di località Fiasco Baldaya. È stata emessa ieri dal sindaco di Squillace Pasquale Muccari.
Il 5 ottobre scorso il capannone della ditta Ecomanagement adibita a stoccaggio di rifiuti differenziati è stato interessato da un grosso incendio le cui operazioni di spegnimento da parte dei vigili del fuoco, iniziate alle 14.31, sono terminate intorno alle ore 19.50 del 9 ottobre. Poiché occorre procedere con tempestività al ripristino delle condizioni di sicurezza del capannone e alla bonifica ambientale, il sindaco ordina all’amministratore della società Ecomanagement la presentazione, entro venti giorni, del piano di bonifica del sito con relativo cronoprogramma, in cui dovranno essere indicate le procedure di verifica strutturale del capannone, anche di tipo strumentale, per valutare la necessità e la tipologia di lavori da effettuare per il ripristino delle condizioni di sicurezza.
L’ordinanza riguarda anche la necessità di  un’accurata bonifica ambientale del sito secondo la normativa vigente con la rimozione di tutti i rifiuti presenti sul posto. L’ordinanza è stata trasmessa anche alla prefettura di Catanzaro, ai carabinieri di Squillace, alla polizia municipale e all’ufficio tecnico comunale.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

error: Content is protected !!