Il sindaco di Squillace, Pasquale Muccari, difende il suo progetto di raccolta dei rifiuti

«Dissento dalle affermazioni dei consiglieri di opposizione Mauro e Scicchitano». Il sindaco di Squillace, Pasquale Muccari, prende le distanze dalle critiche rivolte dai capigruppo dell’opposizione consiliare circa il nuovo progetto per la raccolta dei rifiuti, ed in particolare della “differenziata”, che, secondo loro,  è partito in maniera disorganizzata e disarticolata. «Non è vero – afferma il primo cittadino – che la raccolta differenziata è partita a macchia di leopardo, in quanto è stata avviata regolarmente prima a Squillace Lido, poi in località “Gebiola”, in località “Fiasco Baldaya” e da domani partirà a Squillace centro.
Da oggi sono in distribuzione alle famiglie i kit necessari per la raccolta dei rifiuti, che avverrà con il sistema “porta a porta” e l’eliminazione totale dei cassonetti».
A Muccari risulta che «a Squillace Lido, dove la popolazione in questo periodo è triplicata, c’è una grande partecipazione dei cittadini. Gli indisciplinati ci sono dappertutto, ma noi li perseguiamo. Il quartiere, però, è pulito.
Oggi è stata ramazzata una gran parte del lungomare». Il sindaco ricorda a Mauro e Scicchitano che «il territorio di Squillace è molto vasto: il servizio è cominciato da nemmeno 15 giorni e, pur con qualche criticità, si può dire che i risultati finora sono esaltanti.
La ditta che lo gestisce ha rimosso, solo nella zona marina, quintali di ingombranti». «Non si devono creare i problemi – conclude Muccari – quando non esistono. Cerchiamo di vedere anche le cose che l’amministrazione fa, i problemi che si risolvono, pur nella situazione attuale di dissesto finanziario». 
Salvatore Taverniti

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

error: Content is protected !!