Il consiglio comunale ha commemorato l’on. Guido Mantella, parlamentare e sindaco di Squillace

Il consiglio comunale di Squillace, nella seduta di lunedì 8 ottobre, ha commemorato l’on. Guido Mantella, parlamentare e sindaco di Squillace per diversi anni, morto il 14 settembre scorso, all’età di 87 anni.
Il sindaco Guido Rhodio, che con Mantella ha condiviso oltre un cinquantennio di militanza politica, ha ricordato l’impegno svolto dal parlamentare squillacese per lo sviluppo della città e del comprensorio.
Rhodio ha messo in risalto la trasparenza e l’onestà di Mantella, il quale ha sempre combattuto contro i privilegi e a favore del popolo.
Il consigliere di minoranza Pasquale Muccari ha sottolineato che Mantella ha segnato la vita politica, sociale e culturale di Squillace; mentre il capogruppo di minoranza Franco Caccia ha indicato nel rapporto con il popolo, nell’impegno costante e nel rispetto degli avversari le qualità dell’uomo politico scomparso, proponendo l’organizzazione di manifestazioni culturali in suo onore. D’accordo con tale proposta si è detto il capogruppo di maggioranza Nunzio Pipicella, il quale ha affermato di avere apprezzato non solo la grandezza umana e politica di Mantella, ma anche il suo forte senso dell’appartenenza.
Dopo aver osservato un minuto di silenzio, il consiglio ha discusso e approvato, con i voti contrari del gruppo di minoranza, la ricognizione dello stato di attuazione dei programmi e la verifica degli equilibri di bilancio.
L’assessore al ramo, Domenico Facciolo, ha affermato che nel documento contabile non si evidenziano disavanzi e che le entrate previste saranno realizzate.
Il consigliere Caccia, oltre a chiedere chiarimenti sull’esposizione debitoria del comune, ha parlato di mancate entrate relative all’imposta di soggiorno, su cui il capogruppo Pipicella e il sindaco Rhodio hanno assicurato verifiche e controlli, anche incrociati con gli elenchi in possesso della Questura.
Anche Muccari, nel suo intervento, ha chiesto chiarezza sull’argomento.
Il consesso civico ha, quindi, votato all’unanimità la pratica sull’istituzione del consorzio tra i comuni del circondario, che hanno dato la disponibilità in tal senso per salvare l’ufficio del Giudice di pace di Squillace, e si è espresso positivamente sull’adesione all’associazione temporanea di scopo (Ats) del Gruppo di azione costiera “Medio Ionio”, promossa dai Gal “Valle del Crocchio” e “Serre Calabresi”, con la finalità di concorrere allo sviluppo della fascia costiera ionica della provincia di Catanzaro, sulla base delle necessità espresse dai soggetti economici, sociali e culturali operanti nello stesso territorio.

Salvatore Taverniti

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

error: Content is protected !!