Il Comune incontra i dodici percettori di mobilità in deroga

Nuove iniziative per favorire l’inserimento lavorativo di giovani e adulti.
Se ne è parlato a Squillace durante una riunione con il gruppo di dodici percettori di mobilità in deroga coinvolti in un progetto il cui scopo è di rafforzare le competenze lavorative delle persone interessate attraverso il loro diretto coinvolgimento in attività afferenti all’area dei servizi sociali, servizi turistici, gestione del verde pubblico, cultura e gestione beni comunali.
Il progetto, elaborato nei mesi scorsi dalla giunta comunale e dagli uffici interni, avrà la durata di dodici mesi ed è finanziato dalla Regione Calabria.
Alla riunione sono intervenuti la responsabile del settore affari generali e servizi sociali Graziella Fiorenza, la segretaria comunale Giuseppina Ferrucci, gli assessori comunali ai servizi sociali Rosa Talotta e alla programmazione e turismo Franco Caccia, oltre al consigliere comunale Oldani Mesoraca.
Dopo che la dirigente Fiorenza si è soffermata sugli aspetti giuridici e organizzativi del progetto, che verrà validato a giorni dai competenti uffici del Centro per l’impiego, gli assessori Talotta e Caccia hanno parlato della necessità di dare vita ad un’esperienza di formazione e lavoro all’insegna della costruttiva collaborazione, della responsabilità e del comune desiderio di contribuire all’abbellimento della città di Squillace e all’ampliamento dei servizi resi ai cittadini. 
«Grazie a questo progetto – è stato sottolineato – il Comune di Squillace avrà modo di utilizzare, sia pure a part time,  delle risorse umane la cui presenza potrà, almeno in parte, limitare le difficoltà derivanti da una dotazione organica interna all’ente sempre più ridotta a causa dei pensionamenti dal personale dipendente».
In attesa che si possano creare le necessarie condizioni di bilancio per provvedere a nuove assunzioni di personale, tema su cui la giunta è concretamente impegnata, bisognerà utilizzare al meglio le risorse reperibili per altre vie.
In questo senso un’opportunità di prossima attivazione è rappresentata dal contingente di percettori del reddito di cittadinanza.

Salvatore Taverniti (Gazzetta del Sud)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

error: Content is protected !!