I calcoli della “Bucalossi” negli ultimi anni sarebbero irregolari, a parere dell’assessore Passafaro

Una seduta speciale della commissione d’indagine comunale. La chiede l’assessore all’Urbanistica e ai Lavori pubblici di Squillace, Domenico Passafaro, che ha scritto al presidente del consiglio comunale, ai capigruppo consiliari e alla giunta.
Passafaro, che riveste anche l’incarico di responsabile dell’ufficio tecnico comunale, sostiene di avere controllato i permessi di costruire rilasciati dal Comune di Squillace negli ultimi dieci anni, rilevando «irregolarità nel calcolo degli oneri concessori previsti dalla legge n. 10 del 1977».
Si tratta della cosiddetta “Bucalossi”, ai sensi della quale coloro che hanno ottenuto concessioni edilizie non hanno avuto applicate le maggiorazioni previste. Una presa di posizione assai significativa, che apporterebbe benefici alle casse comunali, sempreché le verifiche risulteranno positive.
«E’ importante ora verificare gli oneri concessori negli ultimi dieci anni – afferma Passafaro –  calcolati senza le maggiorazioni previste per legge, poiché potrebbero essersi verificate irregolarità con conseguente danno al Comune di Squillace».
La commissione d’indagine dovrà, in particolare, verificare i calcoli e la correttezza delle somme richieste a titolo di pagamento degli oneri della “Bucalossi”, il ricalcolo, l’attivazione dei provvedimenti in autotutela con gli eventuali conguagli da richiedere, il controllo e la verifica degli oneri di cui potrebbe essere imminente la prescrizione.
«Dopo le verifiche – conclude Passafaro – gli uffici dovranno provvedere alla trasmissione dei conguagli ai titolari dei permessi di costruire, prefiggendosi  una immediata attivazione per il recupero delle somme dovute che apporterebbe benefici ai fini del risanamento del bilancio comunale».

Salvatore Taverniti

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

error: Content is protected !!