La cerimonia religiosa dell’Epifania celebrata da Vicario della diocesi Mons. Raffaele Facciolo


TRADIZIONALE ARRIVO DEI RE MAGI IN PREGIATI COSTUMI ORIENTALI  

«I Re Magi furono i primi pellegrini della fede. I cristiani di oggi devono essere i pellegrini nei luoghi dove si trova Dio». E’ uno dei passaggi dell’omelia di mons. Raffaele Facciolo, vicario generale dell’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace, che ha presieduto la solenne concelebrazione eucaristica in cattedrale a Squillace nel giorno dell’Epifania.
«E dove si trova Dio? – si è chiesto il vicario – Si trova nelle case degli ammalati e dei nostri nemici. Lì dobbiamo portare i doni della nostra disponibilità, del nostro servizio, della nostra persona». 
Durante la celebrazione, si è svolto l’arrivo dei Magi e un piccolo presepe vivente. Gesù Bambino è stato interpretato da Antonio Sestito, un piccolo di circa due mesi d’età; San Giuseppe da Giuseppe Paonessa, la Madonna da Elisabetta Conte e i Re Magi da Giuseppe Conca, Andrea Sia e Graziano Vallone.Una rappresentazione molto suggestiva e apprezzata dai fedeli che gremivano la cattedrale. 

La celebrazione si è conclusa con il tradizionale rito del bacio del Bambino.

Carmela Commodaro

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

error: Content is protected !!