Il tour del prof. Peppino Scalzo fa tappa a Roma e Milano

Sta riscontrando un grande successo il tour di Peppino Scalzo, poeta, scrittore e docente di lettere alla scuola secondaria di primo grado di Squillace, che è stato invitato a Roma e a Milano per raccontare Pirandello nei due teatri più importanti per la storia del drammaturgo: il “Valle” nella capitale e il “Manzoni” nel capoluogo lombardo.
Questi due teatri hanno dato il via al successo mondiale di Pirandello, proponendo le prime mondiali di due capolavori del drammaturgo siciliano.
Il docente squillacese è stato prima ospite dell’ente “Teatro di Roma” ed ha raccontato Pirandello partendo proprio dalla prima assoluta di “Sei personaggi in cerca d’autore”, che venne contestata e fischiata, perché troppo diversa dalla tradizionale rappresentazione che tutti si aspettavano e venne poi riproposta al Manzoni di Milano, dove ottenne un grandissimo successo. Scalzo ha poi raccontato Pirandello al Manzoni di Milano, ospite del direttore generale del teatro.
Partendo dalla prima mondiale dell’“Enrico IV”, il docente ha spiegato i rapporti del teatro con Pirandello. «Sono molto contento – ha detto il professore – che questo mio raccontare Pirandello piaccia al pubblico; al Manzoni è stato chiesto il bis da alcuni abbonati e forse dovrò ritornare. Raccontare del grande scrittore girgentano nei teatri che lo hanno visto passare dalla contestazione al successo è per me un grande onore e motivo di orgoglio.
Il direttore del Manzoni, Alessandro Arnone, al termine della conferenza, si è congratulato per come ho impostato il racconto, coinvolgendo nella narrazione il pubblico in sala e così la gente si è trovata improvvisamente ad impersonare parenti, amici e nemici di Pirandello.
Questa tecnica della narrazione partecipata, mi consente di coinvolgere i presenti, per non stancarli e di far passare due ore in un attimo.
I complimenti da parte dei presenti, mi aiutano a continuare il mio cammino che adesso dovrebbe fare tappa a Lanciano presso la Casa editrice “Rocco Carabba”».

Salvatore Taverniti (Gazzetta del Sud)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

error: Content is protected !!