Chi siamo

Questo sito nasce per opera  di Agazio Mellace e Pasquale Vetrò  nell’anno 2002, quando ancora non imperversava facebook e twitter e, almeno a Squillace, l’era digitale era ormai prepotentemente alle porte, con la finalità  di creare  un portale dove fornire  informazioni   su fatti ed eventi  quotidiani  della nostra comunità ed inoltre di  pubblicare notizie sulla  storia millenaria della nostra cittadina , quindi una finestra di Squillace aperta al mondo!
Ovvio che l’attenzione maggiore era rivolta, allora come oggi, ai nostri concittadini che vivono all’estero ma che mantengono uno stretto legame con il nostro paese e che quindi hanno bisogno di rimanere aggiornati ed informati su quanto accade giornalmente .
Negli anni , infatti , abbiamo potuto osservare un incremento delle visite sul sito provenienti da concittadini che ci seguono principalmente dal nord Italia, Svizzera, Germania, Liechtenstein, Stati Uniti ecc …
Dall’iniziale veste grafica, molto amatoriale e personale, siamo passati ad un profilo più professionale ed tecnico ed inoltre il sito si è arricchito della collaborazione di due validi giornalisti squillacesi: Salvatore Taverniti e Carmela Commodaro  che firmano rispettivamente per le testate giornalistiche la Gazzetta del Sud e  Calabria Ora, oltre che dell’amico Nunzio Pipicella  ottimo grafico e tipografo.
Accettiamo volentieri  e pubblichiamo notizie che possano essere di interesse per la nostra comunità residente in Italia ed all’estero.

Agazio Mellace

13 thoughts on “Chi siamo

  1. Un applauso al Sindaco e all Ufficio Tecnico! Bravi! Finalmente si asfalta la strada in Via Porta Giudaica ….ma …. Via Ghetterello no!!! Giustamente non e’ mai stata una strada ed un rione che fa parte del paese di Squillace !!!Mai presa in considerazione mai!! Erbacce che ci circondano col rischio incendi e relative conseguenze !!Buche anzi direi voragini per poter arricvare a casaè una VERGOGNA!!!
    FATEVI UN GIRO NELLA NOSTRA ZONA E FATEVI UN ESAME DI COSCIENZA
    E’ UN NOSTRO DIRITTO AVERE GLI STESSI DIRITTI DEGLI ALTRI

  2. segnalo la barriera architettonica a Squillace lido prima entrata direzione Copanello, nonostante 10 giorni orsono è stato istallato il cartello che indica l’accesso facilitato. in questi giorni ho potuto notare una bambina di pochi anni che porta una protesi e zampella con una sola gamba per scendere in spiaggia. Questa è una VERGOGNA

  3. Grazie per l’ottimo video su Squillace. Ho già inserito il link sul sito . Mi interessa sapere chi era il nonno materno.

  4. Salve,
    sono un appassionato di riprese da drone, e ho di recente effettuato un video proprio lì a Squillace, riprendendo il Castello e tutti i dintorni.
    Credo sia di interesse comune poterlo visionare, per poter mostrare la bellezza di Squillace…dall’alto!

    Mi chiamo Claudio e se interessati richiedetemi il collegamento in quanto vedo che non può essere allegato in questa sede.

    Cordialità,
    Claudio

  5. Salve,
    come posso avere info sul vostro evento: Taranta e dintorni, tra arte musica e misteri, edizione 2017?

    Grazie!

  6. chiedo di modificare l’entrata al castello ,l’entrata gratis deve essere un diritto anche per i non residenti squillecesi ,perche’ paghiamo le tasse come i residinti .

  7. Per Migi. Puoi contattare il segretario dell’associazione “Centro Culturale Cassiodoro”, il professor Cosimo Griffo, che abita a Catanzaro (su “Pagine bianche” trovi indirizzo e numero di telefono ed è presente anche su Facebook). Ciao!

  8. gentilissimi
    ho visto in televisione un servizio sul libro Cassiodoro (a fumetti) il grande edito dall’associazione Cuturale Associazione centro Culturale. Come potrei procurarmelo?
    Grazie

  9. Un abraccio tutto os Squillaceses ,in especiale Mellace…
    de :Fabio Nocito Mellace ,Brasile_San Paolo

  10. Grazie Fabio , continua a seguirci dal Brasile . Un saluto a tutta la tua famiglia. Agazio Mellace

  11. Realmente acompanhamos aqui do Brasil atravez desse site tudo sobre Squillace

  12. Una squillacese doc è mancata. All’età di 102 anni, a Torino, il 17 marzo è morta Giuseppina Maida. E’ stata accompagnata, nel suo ultimo viaggio terreno fino al Cimitero Monumentale di Torino, dalla sorella Maria e dal fratello Mario con i nipoti Franco e Rachele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*