Il premio “Per una Calabria migliore” assegnato al giudice Giuseppe Spadaro di Catanzaro

Nell’ambito del torneo di calcio “Memorial Sergio Voci”, che si svolge ogni estate a Squillace e che quest’anno è giunto alla XX edizione, è stato consegnato anche il premio “Per una Calabria migliore”, attribuito ad un personaggio che dà lustro alla nostra regione nei diversi settori.
Domenica scorsa, la cerimonia si è svolta in piazza Vescovado, su iniziativa del comitato “Sergio Voci” e dell’associazione “Castellense”, con Radio Squillace. Quest’anno il comitato del memorial ha assegnato il riconoscimento al giudice Giuseppe Spadaro. Il premio, un piatto in ceramica graffita secondo l’antica tradizione squillacese, ritirato dal fratello del giudice, Silverio, è stato consegnato dal presidente del comitato Salvo Di Leo e dal sindaco Pasquale Muccari.
Il giudice Spadaro, catanzarese, tra l’altro, è stato nominato presidente della sezione penale del Tribunale di Lamezia Terme, il più giovane d’Italia, a soli 43 anni, dove ha affrontato delicati e “pericolosi” processi contro la criminalità organizzata lametina, riuscendo a condannare uno dei capi della cosca Giampà per una “semplice” tentata estorsione a ben 12 anni di reclusione; pena che ha retto in appello e in cassazione e ha convinto molti imprenditori locali a denunziare ed a far “vacillare” la “locale famiglia”, tant’è che da lì a poco subentravano i primi “pentimenti” che hanno dato luogo alla disgregazione dei Giampà. Durante tale processo, pare sia scampato ad un progetto che intendeva eliminarlo fisicamente dopo aver tentato in tutti i modi di intimorirlo.
Nel 2013, il Consiglio Superiore della Magistratura lo ha nominato il più giovane presidente di Tribunale in Italia, conferendogli l’incarico di presidente del Tribunale dei minorenni di Bologna dove attualmente lavora. Il premio e il memorial vengono organizzati per ricordare la figura del giovane atleta squillacese Sergio Voci che nel luglio di 21 anni fa perse la vita in un tragico incidente stradale.
Per quanto riguarda i tornei di calcio, la squadra “I cugini di campagna” ha vinto quello riservato ai “big”.
Al secondo posto, “I Porti”, al terzo, “Vivarium” (compagine composta dai giovani immigrati ospiti di una struttura d’accoglienza squillacese). Miglior portiere è stato eletto Nicola Bertolotti; miglior calciatore, Drammeh Mamut. Per la categoria “juniores”, il primo premio è andato alla squadra di Amaroni; la squadra di Squillace si è classificata seconda. Miglior portiere Pietro Ruggiero; miglior calciatore Agazio Facciolo. Nella categoria “femminile” si è imposta la squadra “Fratelli d’Italia”; seconde, le ragazze di “Peppa Pig”; al terzo posto, “Tappeto volante”. Migliore portiera, Maria Grazia Mellace, miglior giocatrice Miriam Facciolo. La serata, durante la quale il poeta e scrittore Lino Pedatella ha declamato una poesia, scritta nel 1995, in onore di Sergio Voci, è stata conclusa dall’esibizione della cantante Sofia Panaia.

Carmela Commodaro

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

error: Content is protected !!