Bando di gara per adeguare i tre impianti di depurazione

È stato pubblicato dal Comune di Squillace il bando di gara d’appalto per lavori di adeguamento funzionale dei tre impianti di depurazione presenti sul territorio e per la realizzazione del nuovo impianto nella frazione Fiasco Baldaya con dismissione di quello esistente. Il sistema prescelto, come si legge nell’avviso firmato dal responsabile dell’area tecnica comunale architetto Antonio Macaluso, è quello con procedura aperta interamente telematica con aggiudicazione secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa per l’amministrazione comunale.
L’importo a base d’asta è di circa 480 mila euro, entro il 13 maggio si può fare richiesta di chiarimenti e di sopralluogo assistito, mentre il termine per il caricamento telematico per la partecipazione alla gara è fissato al 23 maggio. Il progetto di fattibilità tecnico-economica era stato approvato dal Comune oltre tre anni fa, grazie ad un finanziamento concesso dalla Regione Calabria nell’ambito del piano degli interventi prioritari dei sistemi fognari e depurativi con un impegno finanziario di ben 260 milioni di euro provenienti dal Patto per lo sviluppo e dal Por Calabria 2014-2020.
L’obiettivo regionale è quello di risolvere i deficit depurativi e fognari per i quali diversi comuni calabresi sono risultati in procedura di infrazione per la Commissione Europea. Al Comune di Squillace sono stati assegnati 600 mila euro per la sostituzione del depuratore ormai obsoleto situato nella frazione Fiasco Baldaya e per l’adeguamento funzionale degli impianti di depurazione a fanghi attivi siti nelle località Poveromo, Madonna del Ponte e Donnatolla.
Gli interventi programmati consentiranno di mettere finalmente mano a depuratori ormai datati e inadeguati per i servizi richiesti, anche per rispondere alle necessità espresse nel periodo estivo, quando le strutture turistiche squillacesi registrano numerose presenze.
Si permetterà così di offrire ai cittadini e ai turisti servizi moderni e più efficienti, così da poter finalmente eliminare i danni all’immagine e all’economia. «Possiamo dare al nostro territorio – sottolineano dal palazzo comunale – dei servizi essenziali che contribuiranno a potenziare e qualificare la nostra offerta turistica. Un giusto supporto agli imprenditori, così da imprimere un definitivo slancio allo sviluppo di un settore su cui riponiamo le principali attese del futuro socio-economico della nostra città».
Salvatore Taverniti (Gazzetta del Sud, 1 maggio 2022)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

error: Content is protected !!