No all’abbandono di rifiuti sul territorio comunale, sanzioni fino a 516 euro

Divieto assoluto di abbandono rifiuti di ogni genere sul territorio comunale. Parte la campagna di sensibilizzazione contro l’abbandono di rifiuti da parte del Comune di Squillace, con l’avvertenza della comminazione di multe salate per i trasgressori.
Quello del deposito incontrollato di spazzatura a Squillace è un problema ancora irrisolto. In vari punti del territorio ancora qualcuno lascia rifiuti di ogni genere, sacchetti pieni di materiale vario, cartoni e scarti edili. E se anche il Comune provvede a ripulire quelle micro-discariche non autorizzate, il problema si ripresenta a distanza di pochi giorni. Gli indisciplinati ora rischiano sanzioni amministrative pecuniarie fino a 516 euro, così come previsto nel regolamento comunale per lo smaltimento dei rifiuti. Il comando della polizia municipale di Squillace è impegnato negli opportuni controlli ed inoltre si è creata una rete di cittadini che presidia il territorio ed è pronta a segnalare ogni illecito alle autorità.
A Squillace si effettua la raccolta differenziata porta a porta, per cui i rifiuti devono essere conferiti nelle modalità stabilite dalle ordinanze sindacali, con il rigoroso rispetto degli orari di conferimento. L’umido si conferisce lunedì, mercoledì e sabato; il secco il martedì; giovedì è il giorno del multi materiale (plastica e alluminio); mentre il venerdì si possono conferire carta e cartoni.
La campagna avviata dall’amministrazione comunale e fatta propria anche da alcune associazioni del luogo ha proprio l’obiettivo di invitare la cittadinanza ad una raccolta differenziata consapevole, per scoraggiare i gesti di incuria che deturpano il decoro e l’immagine della città. «Il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti con il sistema del “porta a porta” – afferma il sindaco Pasquale Muccari – sta andando bene, perché stiamo raggiungendo delle ottime percentuali, ma tutto rischia di essere vanificato da questi inconvenienti, che saranno comunque sanzionati.
Venerdì scorso abbiamo lavorato con i responsabili del dipartimento regionale dell’ambiente, settore rifiuti, al fine di garantire il conferimento di dodici tonnellate di frazione organica di rifiuti, che con il fermo di alcuni impianti si è reso difficile. Mi appello, intanto, ai cittadini per lo scrupoloso rispetto del calendario settimanale e alla vigilanza per la puntuale denuncia dei soliti vandali ed incivili».
Salvatore Taverniti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*