Il gas metano, a breve, arriverà nelle case di Fiasco Baldaya

Cominceranno fra qualche giorno i lavori da parte di Italgas, relativi all’estensione della rete di distribuzione gas metano a servizio della frazione Fiasco Baldaya di Squillace e di nuclei abitativi facilmente collegabili alle adduttrici principali, voluta e ottenuta dall’amministrazione comunale, attraverso un accordo quadro di collaborazione sottoscritto con la società del gas.
Viene a compimento, infatti, una pratica di fondamentale importanza per lo sviluppo di servizi essenziali che l’amministrazione guidata dal sindaco Guido Rhodio si era impegnata di realizzare e che ha costituito uno dei punti significativi del programma amministrativo. In considerazione dello sviluppo demografico verificatosi negli ultimi anni nella frazione Fiasco Baldaya e nuclei abitati adiacenti, il sindaco Rhodio, la giunta e il consiglio hanno inteso procedere all’estendimento della rete di distribuzione del gas metano, già presente sul territorio comunale, che gradualmente coinvolgerà anche singoli nuclei abitati in direzione della frazione Fiasco, come quelli della strada “del Principe”, del villaggio turistico Porto Rhoca e della contrada Gebbiola, che affianca i centri commerciali Carrefour e Brico e gli altri prossimi insediamenti commerciali e turistici contermini di Squillace Lido esistenti o in fase di costruzione. «Il nuovo tratto di rete metano – spiega Rhodio – è finalizzato a servire anche una serie di servizi di assoluta priorità (piazze per l’aggregazione sociale e il tempo libero; sede della delegazione municipale; nuovo complesso ecclesiale-pastorale; struttura poliambulatoriale per i servizi sanitari di primissima necessità;  strutture ludico-ricreative  e un nuovo polo scolastico meglio aggregato ed organizzato con palestra; di servizi commerciali, artigianali e di ristorazione, più organicamente dislocati nell’interesse della distribuzione diffusa e capillare per l’economia del quartiere marino, ecc.), connessi all’esecuzione dei piani attuativi delle società “Castelsiano” e “Rive del Principe”, che prevedono una nuova struttura turistica complessiva costituita da un albergo e da adiacenti unità abitative per circa 800 posti letto complessivi, nonché al piano insediamenti produttivi già autorizzati in forza del vigente piano regolatore.
Al primo lotto di lavori, che coprirà gli obiettivi predetti e che si avviano con questa prima fase mediante lo scavo, la posa di una condotta gas e ripristino del piano viabile per circa un chilometro a margine della vecchia strada SS 106, ricadente nel centro abitato di Squillace Lido, in direzione Catanzaro Lido, seguiranno i successivi prossimi lotti inclusi nell’apposito progetto dell’opera già predisposto e garantito da specifici e appropriati contributi regionali necessari per l’esecuzione completa dell’importante infrastruttura energetica».
Il sindaco Rhodio, soddisfatto per questa pratica infrastrutturale e di servizio portata a compimento secondo le promesse a suo tempo fatte alla popolazione, si è compiaciuto con i colleghi amministratori e con gli uffici comunali ed ha ringraziato tutti gli organismi preposti e coinvolti nella progettualità e nei  finanziamenti o nel rilascio di autorizzazioni (Italgas, Regione Calabria, Anas, ecc.) per il raggiungimento di un obiettivo cruciale per lo sviluppo ulteriore del territorio marino di Squillace, che oggi può annoverare un altro determinante servizio, che si aggiunge a tanti altri realizzati, come recentemente la superstrada e svincolo della litoranea ionica SS 106, o di imminente realizzazione.

Carmela Commodaro

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

error: Content is protected !!