Assistenza domiciliare per non persone non autosufficienti

Massiccio intervento per attività di assistenza a persone non autosufficienti e anziani-disabili nel sottoambito socio-sanitario di Squillace. I Comuni di Squillace (capofila), Amaroni, Gasperina, Montauro, Montepaone, Palermiti, Stalettì e Vallefiorita, appartenenti all’associazione intercomunale per i servizi sociali “Golfo che unisce”, hanno pubblicato gli avvisi per l’erogazione di servizi di assistenza domiciliare a persone non autosufficienti, anziani e disabili e di selezione per l’individuazione di soggetti  per attività di assistenza a persone non autosufficienti e anziani.
La somma complessiva messa a disposizione dagli otto comuni facenti parte dell’associazione è per il momento fissata in circa 248 mila euro, ma potrebbe, nel corso delle attività, essere ulteriormente  incrementata e valorizzata. L’importante e significativo intervento di solidarietà e assistenza sociale rivolto a categorie bisognose del territorio non solo è la prima volta che si realizza in modo così massiccio e unitario, ma è principalmente uno dei primi frutti che i medesimi comuni raccolgono dopo la costituzione dell’associazione intercomunale e lo svolgimento della conferenza dei sindaci interessati, che si sono recentemente riuniti a Squillace nelle persone di Guido Rhodio (coordinatore), Giuseppe Bova, Gregorio Gallello, Pantaleone Procopio, Francesco Froio, Francesco Aloisi, Concetta Stanizzi  e Salvatore Megna, supportati da un tavolo tecnico costituito dai responsabili dei rispettivi servizi sociali comunali.
Possono concorrere alla richiesta di erogazione dei servizi socio-assistenziali  i soggetti non autosufficienti, anziani e disabili, mentre per l’attuazione delle prestazioni si attività di assistenza possono concorrere alla selezione i soggetti non occupati , di età compresa tra i 18 i 55 anni con figli a carico, e con basso o bassissimo reddito, che vivono in condizioni di grave disagio sociale per vari motivi.
Le prestazioni  di servizio avranno la durata di un anno e saranno remunerate con voucher Inps. Le domande di ammissione, redatte in carta semplice, su apposito modulo da ritirare presso i comuni del “Golfo che Unisce”, dovranno essere presentate entro le ore 12 del 28 marzo.

Carmela Commodaro

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

error: Content is protected !!