Approvato il progetto per il recupero della chiesetta gotica

Sarà consolidata e recuperata la chiesa di Santa Maria della Pietà, a Squillace. L’approvazione del relativo progetto definitivo è stata uno degli ultimi atti licenziati dalla giunta municipale guidata dall’ex sindaco Guido Rhodio.
Il monumento, unico esempio del gotico calabrese, è un piccolo e prezioso vestigio di epoca federiciana, che però presenta alcune emergenze architettoniche.
Necessita, infatti, di interventi di consolidamento e restauro e della sistemazione delle aree adiacenti. I lavori previsti nel progetto, autorizzati dalla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici, vengono finanziati dalla Regione Calabria per l’importo complessivo di un milione di euro.
L’edificio si trova lungo la salita dell’Antico Senato, in un angolo nascosto. In pietra squadrata e lavorata, con archi e portali ogivali, la costruzione a pianta rettangolare quasi quadrata è caratterizzata, all’interno, da due campate di crociera su pilastri quadrangolari.
Vi è un portale in blocchi di pietra lavorata e la copertura risulta realizzata con volte a crociera a due campate e a profilo semicircolare.
E’ di architettura tardo gotica, importata per lo più dalla Francia meridionale, da protomastri francesi, borgognoni o provenzali, con innesto di costruttori locali.
E’ impropriamente conosciuta come chiesetta, ma quasi sicuramente fu una sala capitolare di un edificio attiguo molto più grande andato distrutto nel corso di uno dei numerosi terremoti.
Dopo il 1850, il vescovo Pasquini la consacrò a chiesetta, probabilmente asservita all’attiguo palazzo della famiglia Maiorana, che è attiguo. E’ un gioiello di rara fattura che richiama ogni anno centinaia di visitatori.

Salvatore Taverniti

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

error: Content is protected !!